50 Anni di Bella Ciao – S’ard Festival 2022

24 Apr 2022
Passato
21:00

Luogo

Sala M2 Teatro Massimo - Cagliari
Cagliari
€12,00

Organizzatore

S'Ard Music
S'Ard Music
Email
info@sardmusic.it
Sito web
https://sardmusic.it/

Artisti

  • Elena Ledda

    Cantante di formazione classica e sperimentatrice delle potenzialità della voce, è l’ambasciatrice nel mondo della musica popolare sarda. Nella sua esperienza musicale il rigore si fonde alla ricerca di un linguaggio universale attraverso la collaborazione con artisti come Fabrizio De André, Lester Bowie, Don Cherry, Andreas Vollenweider,Don Moye, Enrico Rava, Savina Yannatou, Maria del Mar Bonet, Paolo Fresu, Noa, Andrea Parodi, Rita Marcotulli, Gabriele Mirabassi, Antonello Salis, Mauro Palmas, Gavino Murgia, Riccardo Tesi.
    Vincitrice di una targa Tenco nel 2007.

  • Lucilla Galeazzi

    Formatasi nel quartetto di Giovanna Marini e col maestro Roberto de Simone è attualmente considerata la più versatile interprete di repertori di musica popolare del nord e sud Italia. Vincitrice di una targa Tenco nel 2006 , vanta una notevole carriera internazionale ed ha collaborato con importanti artisti di varia estrazione dal jazz (G.Trovesi, E.Colombo, C.Barthelemy ) alla musica antica (Ensemble Arpeggiata con cui ha vinto un Grammy Awards nel 2003) fino alla world music (B’net Houarijat, Faraualla, J.J.Mosalini, A.Sparagna, C.Rizzo, R.Tesi).

  • Gabriella Aiello

    Cantante, didatta e ricercatrice di tradizioni popolari italiane. Si forma come musicista e cantante presso la S.P.M.T di Roma e successivamente perfeziona la tecnica vocale con Xavier Rebut e il Maestro Antonio Juvarra. Successivamente si dedica allo studio del Canto Tradizionale Italiano e della Polifonia Contadina seguendo da allieva Giovanna Marini e partecipando con il gruppo di studio a molti viaggi di ricerca. É stata la voce degli Indaco e ha collaborato con molti artisti tra cui Andrea Parodi,Arnaldo Vacca, Massimo Carrano, Enrico Capuano, Grazia De Michele, Patrizio Trampetti, Raffaello Simeoni, Ars Ludi Ensamble, Rua Port’Alba, Fabrizio Pigliucci, Ecovanavoce Ensamble. Dal 2001 è la voce dei Tamburi del Vesuvio di Nando Citarella.

  • Nando Citarella

    Musicista, attore, cantante(tenore) e studioso delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali mediterranee, ha studiato e collaborato con importanti artisti come Eduardo De Filippo, Dario Fo, Linsday Kemp Roberto De Simone e Ugo Gregoretti. Fondatore della Compagnia “La Paranza” nel ’87 e dei Tamburi del Vesuvio nel ’95.Ha collaborato con artisti della musica classica, contemporanea e popolare quali: NCCP,E. Bennato, F. Di Giacomo , F. Mesolella, A. Sparagna, V. Nocenzi, P. Vaillant, P ,Bourdin, N. Piovani, Ami Stewart, P. Barra, Milva, G. Gelmetti ,S . Rendine, M. Conti, Radio Tarifa ,Lucio Dalla ,Pupella Maggio. Ha vestito per anni i panni del Giullare in trasmissioni televisive(Raiuno) quali: Domenica in , Partita Doppia, Il Castello, Luna Park, La Luna Nera. Era il Posteggiatore di Ho perso il Trend (Radiouno)con Luzzi e Bassignano. Ha all’attivo numerosi lavori discografici.

  • Maurizio Geri

    Chitarrista, cantante, compositore, le sue prime esperienze, legate al recupero del repertorio tradizionale della montagna pistoiese, lo porteranno a conoscere, nei primi anni ’80, la cantante ricercatrice Caterina Bueno con la quale collabora per una decina d’anni. Nel ’95 nasce il “Maurizio Geri Swingtet “, formazione che prende spunto dalla tradizione zingara francese (manouche) per rivisitare compositori italiani e proporre brani originali. Fondamentale è l’incontro con il concittadino organettista Riccardo Tesi che nel ’92 da vita al quartetto BANDITALIANA che vede al fianco di Maurizio, Luigi Biolcati (percussioni) e Claudio Carboni (sax), questa formazione lo stimola a ricerche timbriche e soluzioni musicali nuove, a cavallo fra tradizione e sperimentazione. Il suo stile chitarristico fonde le tematiche legate alla musica etnica con il fraseggio e l’improvvisazione della musica swing-manouche, negli ultimi anni la sua attività si orienta sempre più verso la scrittura di canzoni e la composizione di brani strumentali di sapore mediterraneo.

  • Marzio Del Testa

    Batterista/percussionista e sound artist, leader dell’ ensemble di percussioni Quartiere Tamburi, attivo da anni nel panorama musicale world, folk e sperimentale, ha sia registrato in studio che suonato in tour con: Bugo, Ginevra Di Marco e Stazioni Lunari, Francesco Magnelli, Alessandro Benvenuti, Cisco, Enrico Fink, Arlo Bigazzi, Gang, Max Gazzè, Compagnia della Fortezza. Da solista si dedica all’ attività musicale attraverso performance sonore e registrazioni in ambito tribale/industriale utilizzando percussioni, oggetti e electronics. É uno degli artisti di riferimento dell’ Etichetta discografica Materiali Sonori.

  • Claudio Carboni

    Sassofonista italiano molto apprezzato anche sulla scena internazionale. É musicista versatile, capace di passare dai fraseggi secchi e precisi del Liscio, che ha iniziato a suonare all’età di dieci anni, alle sonorità calde del Jazz ed a quelle arcaiche della musica etnica e popolare. Nei primi anni novanta l’incontro con Riccardo Tesi & Banditaliana lo indirizza verso la musica etnica, il recupero della tradizione popolare, delle atmosfere mediterranee e delle suggestioni più decisamente jazz. Comincia a lavorare con grandi musicisti come Gabriele Mirabassi, Mauro Grossi, Patrick Vaillant, Piero Leveratto, Nico Gori, Ginevra di Marco, Lucilla Galeazzi, Stefano Melone. Nel 2006 insieme a Riccardo Tesi da vita al progetto “Crinali”, una rilettura della musica dell’Appennino toscoemiliano. A proprio nome realizza “Secondo a Nessuno”, una rilettura colta del Liscio di Secondo Casadei. Registra due album per Egea Music: “Cem Saudades” e “Pindorama” con il gruppo italo-brasiliano BZ4.

  • Riccardo Tesi

    Musicista, concertatore e autore degli arrangiamenti. Organettista di fama internazionale è un assiduo travalicatore di frontiere geografiche e stilistiche, nel corso della sua trentennale carriera ha collaborato con nomi prestigiosi della world music italiana e straniera (C.Bueno, E.Ledda, D.Sepe, P.Vaillant, J.Kirkpatrick,
    J.Vali, M.Perrone, K.Junkera), del jazz (G.Mirabassi, G.Trovesi, M.P.De Vito), del rock (P. Pelù, G. Di Marco, F. Magnelli, Skiantos) fino alla grande canzone d'autore (F.De Andrè, I. Fossati, G.M.Testa, G.Gaber, Tosca, C.Donà ecc). È il leader fondatore di Banditaliana uno dei gruppi italiani di world music più acclamati a livello internazionale, e componente degli Accordeon SAMURAI , quartetto di all stars dell’organetto europeo.

S’ARD FESTIVAL 2022 – LA MUSICA DEI DANZATORI DELLE STELLE

Non perdere il primo appuntamento del S’ard Festival 2022 “La musica dei danzatori delle stelle” con il concerto 50 anni di Bella Ciao in scena il 24 aprile 2022 al Teatro Massimo di Cagliari a partire dalle ore 21:00!

Dai balconi alle piazze: Bella ciao è l’inno della giustizia sociale, un canto di libertà, pace, speranza e fratellanza. L’abbiamo sentita cantare nelle piazze di ogni paese, nelle manifestazioni per i diritti civili, contro l’oppressione e le tirannie, l’abbiamo infine sentita dai balconi e dalle finestre delle nostre città quando ci siamo dovuti serrare in una necessaria e inattesa reclusione.

Il più grande spettacolo del folk revival italiano riallestito cinquanta anni dopo con un cast formidabile composto da Riccardo Tesi, Elena Ledda, Lucilla Galeazzi, Gabriella Aiello, Nando Citarella, Maurizio Geri, Marzio Del Testa e Claudio Carboni.

Bella ciao è storicamente lo spettacolo che ha segnato l’inizio del folk revival italiano. Dalla sua prima rappresentazione nel 1964 al Festival dei Due Mondi di Spoleto, accompagnata da furiose polemiche, deriva il lavoro di tutti i musicisti che con grande successo lavorano oggi portando la musica popolare italiana nelle piazze di tutto il mondo.

Riallestirlo a distanza di 50 anni dalla prima (21 giugno 1964) ha significato proporre uno spettacolo la cui eco originaria non s’è mai spenta, anche per le migliaia di appassionati venuti dopo, ma ha significato anche, pur mantenendo inalterate le intenzioni e la scaletta originarie, aggiornarlo sulla base delle evoluzioni e degli sviluppi che il folk revival ha avuto in questo lungo arco di tempo.

L’innovazione di questo riallestimento sta nel trattamento musicale affidato a un ensemble diretto e concertato dall’organettista Riccardo Tesi, uno dei più brillanti e attenti protagonisti della musica popolare mondiale, e composto da alcuni dei protagonisti indiscussi della musica popolare degli ultimi quarant’anni: Elena Ledda , Lucilla Galeazzi , Nando Citarella, Maurizio Geri, Gabriella Aiello. Dal 2014 il nuovo allestimento ha riscosso e continua a riscuotere un enorme successo in tutta Europa dimostrando che le canzoni di Bella ciao oggi non solo conservano tutta la loro potenza espressiva, ma hanno acquisito una nuova urgenza nel mondo globalizzato per i loro valori libertari, pacifisti e civili.

Sulla scia di questo entusiasamo Bella Ciao si è arricchita nel 2021 di un nuovo capitolo. Seguendo le indicazioni dell’altro importante spettacolo del 1966 Ci ragiono e canto con la regia di Dario Fo, è nato nel 2021 il nuovo A Sud di Bella Ciao, dedicato alla musica del sud, completamente trascurata nel primo Bella Ciao. L’amore, il lavoro e la rivolta cantati dal punto di vista del meridione.

Nuovi ritmi (tamurriata, ballo tondo, pizzica), melodie figlie delle influenze mediterranee, la poesia più lirica nei canti d’amore e più cruda nei canti di rivolta , tutte le contraddizioni del sud sono presenti in questi canti, che ci aiutano ancora una volta a capire e decifrare il nostro presente. Bella ciao è una lezione di democrazia che nasce dal basso, un vero e proprio “affresco” del mondo popolare attraverso i momenti di festa, d’amore, di lavoro, religiosi, di protesta, di resistenza.

 

BIGLIETTI PRESTO DISPONIBILI

LINE-UP

Riccardo Tesi – organetto, direzione musicale

Elena Ledda – voce

Lucilla Galeazzi – voce

Gabriella Aiello – voce

Nando Citarella – voce, tamburello, chitarra battente

Maurizio Geri – voce, chitarra

Marzio Del Testa – percussioni, voce

Claudio Carboni – sax